Giuseppe Vertucci

Responsabile dei servizi di mediazione; Docente di cultura della conciliazione; Avvocato e Mediatore

Giuseppe Vertucci

L’impostazione della sua formazione accademica e professionale, rigorosamente consensuale e di economic case management, gli consente un approccio ai conflitti, preventivo o risolutivo, imperniato sulla composizione cooperativa delle liti.

Fin dagli esordi della sua attività professionale, nella assistenza contrattuale e commerciale a favore di privati, imprese ed enti pubblici, si è interessato degli aspetti relativi alla mediazione intesa non solo come modalità di soluzione alternativa alle controversia, ma anche come meccanismo economico e psicologico per incorporare valore nei processi nei quali è necessario tenere conto un punto di vista diverso. L’idea della mediazione come cardine della propria attività professionale lo ha portato a studiare la mediazione sistemica, vale a dire quella che deve tenere conto anche di altri punti di vista oltre a quello adversarial, ivi compreso il cambiamento derivante dall’evoluzione sociale e tecnologica nelle transazioni commerciali.  L’attenzione a questi elementi gli ha consentito dapprima di essere coinvolto quale esperto da diversi studi professionali in Italia, particolarmente in Piemonte, Lombardia, Trentino, Lazio e Campania, e di essere nominato componente in commissioni di gara dell’Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione. Successivamente tale interesse lo ha portato dedicarsi ad un approfondimento come ricerca scientifica, vincendo un Dottorato in categorie giuridiche e tecnologia presso l’Università degli studi Europea di Roma.

Per la sua attitudine alla percezione dell’importanza della mediazione è stato nominato componente del comitato scientifico di Juribit, Ente di formazione per le professioni legali e la mediazione, e cura numerosi interventi di sensibilizzazione sui metodi conciliativi in Italia, ed è chiamato come relatore in numerosi convegni e seminari su ADR e mediazione, tenuti presso ordini professionali, università e associazioni di categoria. È autore, inoltre, di vari contributi monografici in materia di mediazione, tra cui il Formulario della mediazione.